Back

Cambiare vita e fare l’infermiera senza frontiere intervista a Martina Marchio

Oggi conosciamo Martina Marchiò, infermiera per una ONG ed insegnante di yoga. “Nel viaggio c’è sempre una componente di crescita personale, spiritualità ed avventura. Questa componente la ripropongo sempre anche nelle classi a cui insegno yoga e meditazione.”

Quale passione guida la tua vita? Quello che guida la mia guida é il fatto di essere utile per gli altri. Ho trovato in questo il mio ikigai, termine giapponese che si riferisce al nostro scopo nella vita, al fare qualcosa che ci renda felici e allo stesso tempo che possa essere utile per il mondo. Mi appassiona sapere che posso essere utile per il prossimo e allo stesso felice di ciò che faccio, nel mio lavoro di infermiera e nell’insegnamento dello yoga e della meditazione.

Se ti dico onda che cosa pensi? L’onda é qualcosa di potente, una forza incontrollabile che se ci lasciamo andare può portarci ad un cambiamento. Per questo é importante seguirne il flusso ed aprirsi fiduciosi agli eventi.

Qual è stata la prima onda che ti ha travolto e ha cambiato qualcosa nella tua vita? La prima onda mi ha travolto quando avevo 22 anni. Il mio primo viaggio come Infermiera volontaria, il mio primo contatto con l’Africa ed un mondo completamente sconosciuti. Ho scoperto il significato di mal d’Africa, ho abbracciato una cultura sconosciuta e mi sono sentita a casa.

Dove ti ha portato quell’onda? Quell’onda mi ha fatto capire che cosa avrei voluto fare nella vita, chi avrei voluto essere, mi ha fatto capire che non ero felice. Mi ha portata a racimolare i requisiti che mi mancavano per lavorare nella ONG con cui attualmente lavoro. E dopo quasi 3anni mi ha fatto lasciare il mio lavoro a tempo indeterminato in Italia, la mia relazione di quasi sei anni e la stabilità, per coronare il mio sogno.

Quindi possiamo dire che quell’onda é stata motivo di riflessione, una guida, una spinta al tuo cambiamento?  Quell’onda é stata motivo di molte domande ed interrogativi interiori. In quel momento non avevo nessuno dalla mia parte, solo la mia pancia ed il mio sentire.Molte persone mi vedevano come una matta , e reputavano la mia scelta un errore. Le persone che realizzano i proprio sogni non si rendono conto spesso di essere a loro volta, una forte guida ed una forte ispirazione per gli altri ma lo sono.

Che ruolo giocano l’ispirazione ed esempi nel percorso di chi vuole vivere la propria vita a pieno e all’insegna di una mission/propria passione? Penso che sia fondamentale avere degli esempi e delle fonti di ispirazione. Persone che hanno provato sulla loro pelle la stesse emozioni, frustrazioni, paure, ma che alla fine ce l’hanno fatta. A me ha aiutato molto vedere e parlare con persone che avevano passato tutto quello che stavo vivendo io. Mi ha fatto sentire meno sola molte volte.

Sei stato invitato ad essere partner ufficiale di Onda di, perchè hai accettato?  L’obiettivo di Onda é perfettamente in linea con la persona che sono. L’idea di creare una community di viaggiatori e persone che con pazienza e dedizione sono riuscite a creare una vita piena di passione e gratitudine. Mi piace l’idea di poter ispirare e dare motivazione ad altre persone che magari vorrebbero fare lo stesso.

Un’onda di contenuti su yoga e spiritualità, viaggiare come stile di vita e viaggi umanitari, sta per travolgerti!

Post a Comment