Back

Atleta e motivatore oltre il limite

Conosciamo Lorenzo Costantini, crossfitter senza limiti, resiliente oltre misura, fonte di ispirazione per molti: un ragazzo che ha fatto delle sue limitazioni un motore di forza per il cambiamento.

Cosa fai nella vita?

 Amo mettermi in gioco continuamente, superare costantemente i miei limiti e dimostrare a me stesso e agli altri che se vogliamo raggiungere un obiettivo, uno scopo possiamo farlo con la costanza, con la determinazione e con la passione di ciò che si sta facendo. D’altronde i limiti sono solo mentali. Amo motivare e fare la differenza in maniera positiva in ogni persona che incontro sul mio cammino.

 

Quale passione guida la tua vita? 

La passione per la vita stessa, amo viverla a pieno ogni giorno che ho la fortuna di poter vivere. L’altra passione è sicuramente quella del Cross Fit che pratico da 2 anni e mezzo circa, passione che mi ha accompagnato giorno dopo giorno andando ad aumentare continuamente.

 

Se ti dico onda che cosa pensi? 

“ Sii come il mare che infrangendosi contro le rocce trova sempre la forza di riprovare. “ 

Questo per me è un onda. Un qualcosa che si ostina continuamente a raggiungere, nel caso specifico dell’onda la riva, il proprio obiettivo senza preoccuparsi dei possibili ostacoli, delle possibili interferenze esterne che si possano incontrare lungo la strada. Quindi un onda è sicuramente qualcuno che ha ben chiaro ciò che vuole.

 

La prima onda che ti ha travolto e ha cambiato qualcosa nella tua vita? 

La prima onda che mi ha colpito è stata molto molto forte, mi ha travolto a 21 anni portandomi via un pezzo di me, una gamba. Ha rischiato di farmi annegare ma in realtà poi si è rivelata una grande opportunità.

 

Dove ti ha portato quell’onda? 

MI ha portato prima di tutto in totale contatto con me stesso, facendomi scoprire chi sono, facendomi superare paure e limiti, facendomi scoprire un mondo che prima di allora ignoravo, quello della disabilità, un mondo fantastico fatto di persone altrettanto belle che nonostante le varie difficoltà continuano a mettersi in gioco e ad amare la vita, in alcuni casi molto più di prima. Mi ha fatto vivere e realizzare tanti sogni, dandomi la voglia di provare a realizzarne tanti altri. Quindi riassumendo per una parte che mi ha tolto è stata in grado di restituirmi tantissime altre belle cose. 

 

Quindi possiamo dire che quell’onda é stata motivo di riflessione, una guida, una spinta al tuo cambiamento? 

Sicuramente si. Quell’onda è stata motivo di motivazione, di cambiamento, di scoperta. E’ stata come una guida, mi ha dato il privilegio di poter rallentare e ridefinire le mie priorità , di capire quali sono i valori da cui voglio essere guidato ogni giorno. Amore e gratitudine in primis. Questo mi ha fatto capire che non sempre il dolore arriva per distruggere molte volte arriva per darci la possibilità di creare qualcosa di bello. La scelta è sempre nostra. 

Le persone che realizzano i proprio sogni non si rendono conto spesso di essere a loro volta, una forte guida ed una forte ispirazione per gli altri ma lo sono. 

 

Che ruolo giocano l’ispirazione ed esempi nel percorso di chi vuole vivere la propria vita a pieno e all’insegna di una mission/propria passione?

L’ispirazione è importantissima. Nel mio caso aver avuto qualcuno che avesse vissuto prima di me ciò che stavo vivendo io, anche se inizialmente lo vedevo solo attraverso internet, è stato fondamentale per spronarmi e capire ciò che potevo ancora fare e ciò che potevo fare per poter uscire da quel buio che ormai mi aveva completamente incatenato. E una volta che si entra in questo flusso di ispirazione e di energia si riceve una scarica di positività e di voglia di fare continua. Un circolo vizioso meraviglioso. 

 

Sei stato invitato ad essere partner ufficiale di Onda di. PERCHÉ HAI ACCETTATO? 

In realtà sono stato obbligato ahahah. Apparte gli scherzi. Ho accetto perché mi piace il progetto e tutto ciò che gli ruota intorno, a partire dalle ragazze fondatrici le quali mi hanno sicuramente ispirato, mi piace l’idea che siamo tantissime persone ognuna con la sua storia e la sua passione, il fatto che siamo sparsi un pò in tutto il globo. Mi piace perché dal primo contatto che ho avuto con tutti loro ho sentito subito tanta bella energia, come un segnale che quello che stava nascendo fosse in realtà già tutto scritto. 

 

UN’ONDA DI ENERGIA POSITIVA STA PER TRAVOLGERTI.

Potrebbe interessarti: perdere una gamba e trovare se stesso

 

Post a Comment